Addominoplastica e mini addominoplastica – Costi, rischi e complicanze

L’addominoplastica e la mini addominoplastica sono interventi chirurgici mirati al miglioramento estetico dell’area addominale. Queste procedure sono particolarmente indicate per individui che, a causa di fattori come predisposizione genetica, significative variazioni di peso o gravidanze, hanno subito un rilassamento cutaneo nell’area del ventre.

Cos'è una addominoplastica

Miniaddominoplastica

Quali sono i rischi della addominoplastica

I costi dell’addominoplastica

Addominoplastica prima e dopo

Cos’è una addominoplastica

L’addominoplastica, un’operazione all’avanguardia nel campo della chirurgia plastica estetica, è progettata per migliorare e rimodellare l’aspetto dell’addome. Questa procedura, talvolta accompagnata da una lipoaspirazione, rimuove l’eccesso di pelle e tessuto adiposo sottocutaneo, correggendo inestetismi come pieghe e ondulazioni.

È indicata per chi ha sperimentato cambiamenti significativi nella forma del corpo, come dopo una gravidanza o una notevole perdita di peso. Durante l’intervento di addominoplastica, i chirurghi possono anche eseguire la sutura dei muscoli retti dell’addome in caso di loro diastasi, contribuendo così a un addome piatto e tonico.

La procedura può variare da una mini addominoplastica, che si concentra su specifiche aree dell’addome, a un intervento più esteso che affronta l’intera area addominale.

Dopo un intervento di addominoplastica, i cambiamenti sono spesso immediatamente visibili, con un profilo addominale migliorato. Inoltre, l’addominoplastica dopo 1 mese mostra progressi significativi nella riduzione del gonfiore e nel miglioramento del contorno.

Miniaddominoplastica

La miniaddominoplastica rappresenta un intervento chirurgico pensato per pazienti che manifestano caratteristiche come:

 

  • Un addome flaccido principalmente nell’area tra l’ombelico e il pube
  • Un addome leggermente pendulo e con variabile presenza di tessuto adiposo
  • Un rilassamento della parete muscolare addominale
  • Un addome prominente.

 

Questo tipo di intervento è particolarmente adatto nei casi in cui vi è un rilassamento addominale lieve. La mini addominoplastica, caratterizzata da una minore incisione addominale, permette di rimuovere efficacemente la pelle in eccesso senza necessità di riposizionare l’ombelico. Inoltre, attraverso questo accesso limitato sovrapubico, il chirurgo può eseguire una plastica dei muscoli retti addominali, correggendo eventuali diastasi dei muscoli retti, ovvero il rilassamento della parete addominale.

Quali sono i rischi della addominoplastica

Le possibili complicanze della addominoplastica possono essere:

Generali:

  • Emorragia: sanguinamento della ferita, se importante può richiedere reintervento.
  • Infezione: dolore, arrossamento, gonfiore e febbre, trattabile con antibiotici e medicazioni locali.
  • Ematoma e sieroma: possono richiedere aspirazione o evacuazione chirurgica.
  • Deiscenza delle suture: riapertura della ferita, più comune in pazienti diabetici e fumatori.

Specifiche:

  • Liponecrosi: morte delle cellule adipose, può causare fuoriuscita di liquido, noduli fibrosi, indurimenti o avvallamenti.
  • Necrosi cutanea e dell’ombelico: Può richiedere trattamento conservativo e successiva ricostruzione chirurgica.

Altre Complicazioni:

  • Asimmetria dell’addome e del pube: difetti di forma o volume, talvolta difficili da correggere.
  • Cicatrici addominoplastica: variano con la reattività cutanea individuale; possono richiedere trattamento o intervento successivo.
  • Alterazioni della sensibilità: diminuzione della sensibilità o formicolii, talvolta permanenti.
  • Discromie cutanee: pigmentazioni della pelle, a volte permanenti.

Scopri come proteggerti dai rischi dell’addominoplastica con la nostra polizza dedicata, evita di pagare spese inaspettate nel tuo post-operazione.

I costi dell’addominoplastica

I prezzi per l’addominoplastica dipendono da diversi fattori come la notorietà del chirurgo, dalla sua comprovata esperienza e professionalità, dai risultati che si vogliono ottenere e della tecnica chirurgica impiegata.

L’addominoplastica ha un costo complessivo che può variare da 3.500 € a 8.500 € con una media che si stimi intorno ai 6.750€

Addominoplastica prima e dopo

Come tutti gli interventi chirurgici e chirurgia estetica, l’addominoplastica e mini addominoplastica necessitano delle giuste accortezze prima e dopo l’operazione.

 

Come prepararsi all’addominoplastica:

  1. Per favorire la cicatrizzazione della ferita dopo l’addominoplastica, dovresti rinunciare a fumo ed alcol.
  2. Sono altrettanto vietati farmaci anticoagulanti o pro-coagulanti. Se per qualche motivi devi assumerli, segnalalo al medico.
  3. Programma almeno due settimane di riposo dopo l’addominoplastica, meglio se puoi prendere ferie.
  4. L’intervento richiede il digiuno, quindi non dovresti più assumere cibo a partire dalle 22 della sera prima dell’intervento.

 

Raccomandazioni per il post-operazione:

 

  1. Sforza il meno possibile la parete addominale. Evita quindi i movimenti che sollecitano molto i muscoli addominali.
  2. Non sollevare pesi superiori a cinque chilogrammi; inizia l’attività sportiva non prima di due settimane dall’intervento e l’allenamento con i pesi solo dopo tre.
  3. Un movimento leggero come una camminata favorisce la guarigione post-addominoplastica e riduce il rischio di trombosi.
  4. Dormi sempre supinə e, quando possibile, tieni sollevata la parte superiore del corpo.
  5. Nei primi giorni dopo l’intervento indossa un bendaggio morbido che verrà poi sostituito da una fascia di compressione, con ogni probabilità una pancera; la indosserai giorno e notte per circa sei settimane.
  6. Fino a quando le cicatrici saranno arrossate evita il sole e le lampade. Solitamente servono da due a tre mesi. Per evitare che le cicatrici diventino scure, dovrai comunque applicare una protezione solare alta prima di esporti al sole.