Mastopessi

Costi, rischi e complicanze

La mastopessi è un intervento chirurgico per sollevare e rimodellare seni che hanno perso tonicità, spesso abbinato a protesi per aumentare il volume. Questa procedura migliora la forma e l’aspetto del seno, conferendo un profilo più giovanile. È personalizzata in base alle specifiche necessità e desideri estetici della paziente.

Cos'è l'intervento della mastopessi

Quali sono i rischi della mastopessi e mastopessi additiva

I costi della mastopessi

mastopessi prima e dopo

Cos’è l’intervento della mastopessi

La mastopessi è un intervento chirurgico volto a sollevare e rimodellare il seno cadente, spesso causato da una o più gravidanze, allattamento, variazioni di peso o invecchiamento. Questa procedura può includere la rimozione della pelle in eccesso e il riposizionamento dell’areola, del capezzolo e, a volte, accompagnato dal rimodellamento del tessuto ghiandolare.

La mastopessi senza protesi si concentra unicamente sul rialzo e rimodellamento del seno senza aggiungere volume. Il chirurgo deve valutare la dimensione, la forma, l’elasticità della pelle e le condizioni generali del seno per decidere il metodo più adatto, sia che si tratti di una mastopessi con o senza protesi. La decisione dipende dalle esigenze specifiche e dai desideri estetici della paziente.

Durante l’intervento di mastopessi, le incisioni vengono fatte generalmente attorno all’areola e lungo il solco mammario, permettendo di rimuovere la pelle in eccesso e di sollevare il seno. In caso di mastopessi con protesi, le protesi mammarie forniscono volume aggiuntivo e supporto. Al termine dell’operazione, le incisioni vengono chiuse con sutura, lasciando cicatrici che tendono a sbiadire col tempo.

La mastopessi con protesi o la mastopessi additiva, unisce la mastopessi tradizionale con l’inserimento di protesi mammarie, per aggiungere volume oltre al sollevamento. Questa combinazione è ideale quando si desidera migliorare sia la forma che il volume del seno.

La convalescenza varia da paziente a paziente, ma solitamente comporta un periodo di riposo, l’uso di un reggiseno di supporto e la limitazione dell’attività fisica. È fondamentale seguire attentamente le indicazioni post-operatorie del chirurgo per garantire una guarigione ottimale e ridurre il rischio di complicazioni.

La mastopessi può trasformare notevolmente l’aspetto del seno, donando un profilo più giovanile e dinamico. Molti pazienti riportano un aumento significativo della fiducia in sé e del benessere dopo l’intervento. Nonostante ciò, è importante avere aspettative realistiche e discutere apertamente con il chirurgo per comprendere appieno i potenziali risultati e le limitazioni dell’intervento.

Quali sono i rischi della mastopessi e mastopessi additiva

È importante discutere con il chirurgo tutte queste eventualità per comprendere appieno i rischi associati all’intervento e prendere una decisione informata.I rischi associati alla mastopessi e alla mastopessi additiva includono complicazioni:

Generiche:

  • Emorragia ed ematoma: Sanguinamento significativo che potrebbe richiedere un reintervento.
  • Sieroma: Accumulo di liquido che può richiedere evacuazione chirurgica.
  • Infezione: Complicazione causata da batteri, che può richiedere antibiotici o ulteriori interventi.
  • Necrosi cutanea e del complesso areola-capezzolo: Più comune in fumatori o diabetici, può richiedere interventi di ricostruzione.
  • Deiscenza delle ferite: Riapertura spontanea della ferita.
  • Alterata sensibilità: Cambiamenti nella sensibilità della pelle e del capezzolo, a volte permanenti.
  • Reazioni anestetiche: Complicazioni dovute alla reazione del corpo all’anestesia.

Specifiche:

  • Retrazione della capsula periprotesica: Rigidità e deformazione della mammella
  • Spostamento della protesi: Può causare asimmetrie e richiedere un intervento correttivo
  • Esposizione della protesi: Richiede la rimozione della protesi.
  • Asimmetria mammaria: Differenze di forma, dimensione o posizione tra le due mammelle.
  • Interventi correttivi: Necessità di ulteriori interventi chirurgici per correggere risultati insoddisfacenti.
  • Tutti i rischi legati alla mastoplastica additiva  qualora si intraprendano entrambe le operazioni.

Scopri come proteggerti dai rischi della mastopessi con la polizza dedicata, visita la nostra pagina tariffe e scegli l’opzione adatta alle tue esigenze.

I costi della mastopessi

Il prezzo della mastopessi è dettato da diversi fattori come la notorietà del chirurgo, dalla sua comprovata esperienza professionale e dai risultati che si vogliono ottenere. A seconda della tecnica chirurgica impiegata e delle variabili sopra descritte, il costo della mastopessi può variare da 3.500€ a € 8.500 con una media che si stimi intorno ai 6.500€

mastopessi prima e dopo

Abbiamo riassunto per te alcune indicazioni utili per la preparazione all’intervento:

 

Come prepararsi alla mastopessi:

  • Il lifting del seno è un’opzione da considerare solo se non intendi allargare la famiglia: il seno, infatti, potrebbe abbassarsi in seguito al nuovo allattamento; inoltre, la possibilità di allattare potrebbe essere pregiudicata dalla tecnica operatoria impiegata.
  • Terminato l’allattamento dopo l’ultima gravidanza, dovresti aspettare almeno otto mesi prima di sottoporti a mastopessi per consentire al seno di ritornare alle condizioni “normali”.
  • Due settimane prima del lifting del seno interrompi l’assunzione di farmaci anticoagulanti e antiaggreganti; parlane in ogni caso con il medico.
  • Non bere alcolici ed evita il fumo (prima e dopo l’operazione), poiché potrebbero influenzare negativamente il processo di cicatrizzazione delle ferite in fase post-operatoria.
  • Per arrivare digiuni all’intervento, interrompi l’assunzione di alimenti dalle ore 22 della sera precedente all’operazione.
  • Se dopo il lifting del seno non pernotti in clinica, assicurati che una persona a te vicina possa darti supporto a casa durante la prima notte.
  • Per il periodo di recupero post-operatorio ti consigliamo di programmare almeno due settimane di ferie.

 

Raccomandazioni per il post-operazione della mastopessi: 

  • Potrai ricominciare a fare la doccia normalmente dopo pochi giorni dall’intervento, nel peggiore dei casi dopo la rimozione dei punti.
  • Evita grandi movimenti con le braccia, potresti esercitare tensione sul seno e sulle cicatrici.
  • Dormi supina, se possibile con la parte superiore del corpo leggermente sollevata. In questo modo manterrai l’area del seno senza carico.
  • Indosserai giorno e notte il reggiseno compressivo per quattro-sei settimane per proteggere il seno e per favorire il rimodellamento e il processo di cicatrizzazione delle suture.
  • L’attività sportiva sarà salutare trascorse circa sei settimane dal lifting del seno, a condizione di iniziare con cautela e senza strafare.
  • Per consentire una cicatrizzazione completa delle cicatrici, ovvero per fare in modo che non siano visibili, dovreste evitare le radiazioni UV del sole o delle lampade del solarium.